Brownie – Cubetti al cioccolato

ricetta brownie al cioccolato

Se ami il cioccolato questa è decisamente la torta che fa per te. E per me naturalmente! 😉

La sua storia risale alla fine dell’ottocento, negli Stati Uniti e precisamente a Chicago in occasione della World’s Columbian Exposition, una grande fiera per celebrare il quattrocentesimo anniversario della scoperta del Nuovo Mondo da parte di Cristoforo Colombo.

Era necessario creare un dolce pratico da trasportare, di piccole dimensioni e che fosse più semplice da mangiare rispetto alla classica fetta di torta.

Ci pensò la signora Bertha Palmer, donna d’affari, filantropa e presidentessa del Boards of Lady managers della WCE, che diede indicazioni precise ai suoi cuochi che crearono uno dei dolci più apprezzati e conosciuti d’America.

A quel tempo di “brown” avevano ben poco. Originariamente venivano realizzati con un impasto alle nocciole e ricoperti di glassa all’albicocca.

Tante sono le leggende che vedono la nascita di questa torta così come da noi conosciuta, quasi sempre dovuto a disattenzioni in cucina: la dimenticanza del lievito, l’aggiunta di cioccolato fuso o ancora la mancanza di farina nella dispensa.

Quale sia stato l’errore e quale invece il colpo di fortuna, fatto sta che questi cubetti al cioccolato vengono divorati in un sol boccone!

Le versioni moderne sono infinite, qui vi presento quella più classica.

ricetta brownies - cubetti al cioccolato

INGREDIENTI:

500 gr. cioccolato fondente senza zucchero, tagliato a pezzetti
350 gr. burro
440 gr. zucchero crudo di canna
7 uova
100 gr. farina di farro
90 gr. farina 00

PROCEDIMENTO:

Pre riscaldare il forno a 180°C.

Sciogliere a bagnomaria il burro e metà del cioccolato mescolando di tanto in tanto.

Mescolare bene in una scodella le farine, lo zucchero e le uova, aggiungere poi il cioccolato fuso e unire i pezzetti di cioccolato rimanenti amalgamando il tutto.

Foderare una teglia rettangolare grande circa 25×30 cm con della carta da forno bagnata e strizzata.

Cuocere in forno per 25/35 minuti a 180°C.

A cottura ultimata lasciar raffreddare nella teglia e poi tagliare la torta a cubetti.

Servire con panna montata, gelato alla crema o inzupparla semplicemente in un bicchiere di latte.

Enjoy with love!

Porridge al cacao crudo con latte di avena

colazione vegana - ricetta porridge al cacao

Il porridge, una garanzia per iniziare al meglio la propria giornata!

La nascita di questa ricetta risale all’epoca medievale ed è di origine scozzese anche se adesso è diventato piatto caratteristico di tutta l’Inghilterra e degli Stati Uniti.

E’ un piatto semplice basato sulla tradizione povera che vede infatti l’utilizzo di soli due ingredienti: fiocchi di avena e acqua. Un tempo era il piatto che accompagnava i lavoratori durante tutta la giornata.

L’avena è un cereale ricco di fibre e proteine con tante proprietà benefiche.

Il porridge è perfetto per le giornate più fredde, naturalmente accompagnato da una tazza di thè fumante.

Oggi è consuetudine sostituire l’acqua con il latte vegetale o vaccino per renderlo ancora più cremoso e aggiungere poi, secondo il proprio gusto, frutta, miele, sciroppo d’acero, pezzetti di cioccolato, noci, etc. Oggi ve lo propongo al cacao crudo.

ricetta porridge cacao crudo e latte di avena
ricetta vegana porridge

INGREDIENTI per 2 persone:

sei cucchiai di fiocchi di avena
una tazza di latte di avena
un cucchiaio di cacao crudo
una manciata di mandorle e nocciole tritate
un cucchiaio di cacao nibs
cioccolato a scaglie e semi di zucca per guarnire

PROCEDIMENTO:

Mettere il latte in un pentolino, quando è caldo aggiungere i fiocchi di avena e mescolare bene fino a completo assorbimento.
Successivamente aggiungere il cacao, le mandorle e le nocciole mescolando.
Servire decorando con semi di zucca e scaglie di cioccolato.

Enjoy with love!

Pink hummus di barbabietola

come fare l'hummus di barbabietola

Perchè pink?! Per il bellissimo colore che la barbabietola gli conferisce.

Chi mi conosce bene avrà sicuramente già assaggiato questa ricetta, da tanti anni ormai un must della mia cucina.

Ci sono tre dei miei ingredienti preferiti, la barbabietola, i ceci e la tahini, una crema di semi di sesamo tostati che metto praticamente ovunque, anche sulla frutta. 😉

L’hummus è un piatto tipico medio orientale e dei paesi che si affacciano sul Mediterraneo e le sue origini sono antichissime.
Non è altro che una sorta di purè di ceci mescolati a succo di limone, olio di oliva e tahini.
La versione pink prevede l’aggiunta di barbabietola.

Si mangia normalmente come antipasto, servito con triangolini di pane pita, pane azzimo o semplicemente fette di pane tostato.

La ricetta originale prevede di partire dai ceci secchi, messi in ammollo per una notte intera e poi fatti bollire, ma si possono usare direttamente anche i ceci in scatola, scolati e lavati.
Spessissimo per ragioni di tempo preparo l’hummus così e vi assicuro che il risultato è ottimo!

Ma passiamo alla ricetta.

food style - limoni, ceci, barbabietole

INGREDIENTI:

500 gr. di ceci bolliti
1 barbabietola cotta della grandezza di un’arancia
Il succo di 1 limone spremuto
2 cucchiai di tahini
1 cucchiaio di olio evo
Cumino in polvere q.b.
Sale q.b.
Acqua q.b
Semi di sesamo nero per guarnire
Aneto o finocchietto per guarnire

PROCEDIMENTO:

Mettere in un tritatutto i ceci e tritarli finemente.

In una scodella mescolare con energia il succo di limone, la tahini, il cumino e il sale fino a quando sarà amalgamato bene.

Aggiungere la crema ai ceci e tritare ancora.

Sbucciare la barbabietola e tagliarla a cubetti, poi unirla al composto nel tritatutto insieme all’olio e tritarlo fino a quando non risulterà una crema liscia e morbida. Se fosse necessario è possibile allungarla con un goccio di acqua.

Quando è pronta versare l’hummus in una scodella e guarnire con un filo d’olio e dei semi di sesamo nero.

Enjoy with love!